Al tavolo di Lavoro, oltre al Preside Gervasio e al Preside del Foscolo Paolo Mesolella, c'erano referenti del Centro per l'impiego di Teano, del Forum dei giovani di Teano, don pietro Giuliano, Direttore centro Migrantes della diocesi di Teano Calvi, ed i responsabili dei Centri di Accoglienza Temporanea “Lavoro per la salute” di Tora e Piccilli, “Aperion” di Pignataro Maggiore, Bellona e Camigliano, di Mignano Monte Lungo e Teano, tra i quali Emiliano Sangez. A queste cooperative si aggiungeranno in rete la cooperativa “Casa di Tom” di Caianello, la Ginestra di Mignano Monte Lungo, la Vela di Marzano Appio. Una rete di cooperative ed associazione che l'Isiss Foscolo è destinato a guidare per aiutare i giovani migranti nel processo di albabetizzazione della lingua italiana (200 ore), ma anche per una conoscenza più approfondita di primo (400 ore) e secondo livello (825 ore). “I corsi, spiega il preside del Foscolo, prof. Paolo Mesolella, è riconosciuto con un'apposita cerrificazione che permetterà agli stranieri di trasformare il loro permesso di soggiorno da breve a lungo termine e garantirà loro la possibilità di risiedere in Italia evitando i test di ingresso sulla lingua e la cultura italiana previste per legge”. Dopo la convenzione stipulata dalla sede associata del Foscolo di Teano con quella provinciale di caserta è iniziata la raccolta delle iscrizioni che dovranno arrivare a cento per l'avvio del corsi il prossimo anno a settembre. Dopo quindi la stipula dell'Intesa tra l'Istituto Foscolo e la Provincia proprietaria dell'edificio e l'accordo di rete con il C.PIA (Centro Provinciale per l'Istruzione degli adulti) di Caserta e le varie coopertive sociali e Centri di Accoglienza, dovrà essere sottoscritto il Patto formativo con i singoli studenti entro il 31 maggio prossimo.

Vai all'inizio della pagina