CARTA DEI SERVIZI

PREMESSA

L’Istituto si offre all’utenza in tutta la sua entità, a livello organizzativo e didattico-educativo, sulla base di criteri oggettivi e trasparenti, finalizzati al raggiungimento degli obiettivi di efficacia e di efficienza programmati.

 

La Carta è così articolata : PRINCIPI FONDAMENTALI

-          PARTE PRIMA - AREA DIDATTICA

-          PARTE SECONDA - SERVIZI AMMINISTRATIVI

             PARTE TERZA - CONDIZIONI AMBIENTALI DELLA SCUOLA

-          PARTE QUARTA - PROCEDURA DEI RECLAMI E VALUTAZIONE DEL SERVIZIO

 

Principi fondamentali

 

1        Tutti gli alunni sono uguali ed hanno diritto ad un servizio scolastico imparziale, regolare e continuo, anche in situazioni di conflitto sindacale.

2        L’’istituto si impegna a favorire l’accoglienza e l’integrazione degli alunni,con particolare riguardo alla fase d’ingresso alle classi iniziali ed alle situazioni di disagio e di handicap.

3        Ogni operatore , nell’esplicazione della propria professionalita’, agisce sempre nel rispetto dei diritti e della personalità  di ciascun alunno.

4        L’istituto assicura l’obbligo scolastico nelle classi del biennio con interventi di prevenzione e di controllo dell’evasione e della dispersione scolastica .

5        Tutte le istituzioni, il personale e i genitori partecipano alla gestione dell’istituto per favorire la realizzazione degli standard di efficacia ed efficienza programmati.

6        L’istituto garantisce l’uso dei locali scolastici e delle attrezzature fuori dell’orario scolastico ad enti ed associazioni che ne facciano richiesta per scopi sociali e culturali.

7        L’istituto garantisce la massima semplificazione delle procedure e un’informazione completa e trasparente.

8        Tutte le componenti professionali dell’istituto sono tenute ad osservare un orario di servizio flessibile che assicuri l’efficienza e l’efficacia dell’azione didatticoeducatica ed amministrativa.

9        L’istituto organizza corsi di aggiornamento, in forma autonoma o consorziata per i docenti e per il personale dei servizi amministrativi e d ausiliari.

10    Ai docenti e’ garantita la liberta’ d’insegnamento con riferimento alla scelta dei contenuti e dei metodi relativi alle discipline di competenza, nel rispetto degli obiettivi formativi nazionali, della programmazione educativa elaborata dal collegio dei docenti e della programmazione elaborata dai consigli di classe.

11    Il personale scolastico e’ obbligato (legge 107/15)  ad aggiornarsi, partecipando in via prioritaria ai corsi curati dalla scuola.

 

Parte prima “area didattica”

12    L’istituto, avvalendosi della professionalità dei docenti e della collaborazione delle famiglie, delle istituzioni e della società civile, si impegna a fornire agli alunni una formazione integrale, armonica, graduale ed adeguata allo sviluppo socio-economico e culturale della comunità  nazionale, regionale e locale.

13    L’istituto garantisce la continuità educativa con la scuola secondaria di primo grado.

14    L’istituto, riconoscendo alla funzione docente pari dignità, al di là del ruolo di appartenenza, laddove se ne ravvisi la necessità, utilizzerà, per eventuali supplenze e, per ogni altra attività  prevista dal pof,  il personale docente a disposizione all’interno dell’ istituto nel suo complesso.

15    I docenti si impegnano a seguire, nell’adozione dei libri di testo, il criterio della validità culturale e metodologica, oltre che del tetto di spesa previsto.

16    Nell’assegnazione dei compiti per casa, i docenti studieranno le modalità percheè gli alunni possano disporre ,oltre i normali compiti scolastici, di un margine di tempo libero sufficiente per coltivare ulteriori interessi culturali, artistici e sportivi.

17    I docenti si impegnano a stabilire tra gli alunni rapporti pacati e sereni,, prevenendo qualsiasi forma di conflittualita’ attraverso il dialogo e la persuasione..

18    L’istituto garantisce l’adozione dei seguenti documenti

 

A) P.O.F..(Piano Offerta Formativa) elaborato dal collegio dei docenti ed approvato dal consiglio d’istituto;

B) Programmazione educativa e didattica:

1-programmazione educativa, elaborata dal collegio dei docenti entro il 30 ottobre al fine di indicare i percorsi educativi a cui debbono attenersi i consigli di classe e ciascun docente nelle redazione delle rispettive programmazioni;

2-programmazione didattica,elaborata dai consigli di classe entro il 30 ottobre al fine di fissare il percorso formativo della classe e del singolo alunno;

C)-Contratto formativo,tra docenti,discenti,genitori,organi collegiali e,istituzioni

D) Regolamento di Disciplina;

E) Regolamento dei Viaggi e delle Visite guidate

F) Il Piano Annuale per l'Integrazione Scolastica (PAI)

G)-Regolamento d’istituto,che comprende le norme relative alla vigilanza sugli alunni,alle modalità di convocazione e svolgimento degli organi collegiali.,all’ .uso degli spazi delle attrezzature e dei sussidi,al comportamento degli alunni ed alle modalità di comunicazione con i genitori.

i documenti indicati alle lettere (a) e (b) vengono resi noti e pubblicati a partire dal 30 ottobre di ogni anno mediante affissione all ‘albo dell’istituto e deposito in originale presso l’ufficio di presidenza.

Gli interessati possono prenderne visione presso la segreteria dell’istituto ed eventualmente averne copia previo pagamento di quanto previsto dalla normativa vigente,  da corrispondere mediante applicazione di marche da bollo ordinarie da annullare con il datario a cura dell’ufficio.

 

Parte seconda ”servizi amministrativi”

19    L’istituto si impegna a garantire trasparenza, celerità delle procedure, informatizzazione dei servizi di segreteria degli orari degli uffici a contatto con il pubblico.

A tal fine, si stabilisce quanto segue:

A-i moduli di iscrizione si possono ritirare a vista tutti i giorni non festivi nell’orario di servizio di segreteria;

B- la procedura di iscrizione alle classi viene effettuata in un tempo massimo di dieci minuti dalla consegna della domanda;

C- la segreteria è tenuta a rilasciare entro il tempo massimo di tre giorni lavorativi i certificati di iscrizione e di frequenza e di cinque giorni quelli contenenti votazioni e/o giudizi;

D- i documenti sostitutivi del diploma sono consegnati “a vista” a partire dal terzo giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dei risultati finali;

E- i documenti di valutazione degli alunni sono consegnati dai docenti incaricati entro otto giorni dal termine delle operazioni generali di scrutinio;

F- gli uffici di segreteria garantiscono l’apertura al pubblico ogni giorno dalle ore 8.30,00 alle ore 13,00 ;

G-la posta a mano non riservata va consegnata nell’orario di ricevimento al pubblico. l’ufficio di segreteria provvedera’ al rilascio della ricevuta dell’acquisizione al protocollo.

Se trattasi di corrispondenza riservata indirizzata al D.S sara’ lo stesso ad aprirla e a dare la ricevuta, se richiesta.

l’assenza per malattia va comunicata esclusivamente a mezzo telefono dalle ore 8,00 alle ore 8,30. La certificazione sara’ inoltrata successivamente, come per legge.

Al di fuori delle presente modalità, non si darà corso al ricevimento di nessun tipo di comunicazione.

H- gli addetti all’ufficio di segreteria sono tenuti ad assicurare la tempestivita’ e la funzionalita’ dei contatti telefonici attraverso la presentazione e qualificazione personale e la comunicazione di tutte le informazioni richieste dall’utenza, purchè queste non violino il diritto alla privacy.

Al fine di garantire una corretta informazione e assoluta trasparenza sul funzionamento dell’istituto, vengono predisposti:

- tabella dell’orario di lavoro del personale docente e non docente;

- organigramma degli organi collegiali;

- organico del personale docente e a.t.a.

- albo on line d’istituto.

I- sono resi disponibili appositi spazi per bacheca sindacale,della rsu e delle oo.ss..

L- all’ingresso dell’istituto e’ sempre presente un operatore scolastico in grado di fornire all’utenza le prime informazioni.

M -il regolamento d’istituto e’ reso pubblico mediante affissione in copia all’albo.

 

Parte terza “condizioni ambientali dell’istituto”

20.  L’istituto tende ad assicurare, con la collaborazione dell'amministrazione provinciale, l’igiene e la sicurezza dei locali e dei servizi al fine di consentire ai docenti, agli operatori ed agli alunni una permanenza confortevole e serena.

Parte quarta “procedura dei reclami e valutazione del servizio”

21.  I reclami possono essere espressi personalmente in forma scritta e devono contenere generalità,indirizzo e reperibilità dell’interessato. Il capo d’istituto risponde entro quindici giorni in forma scritta dopo aver effettuato le dovute indagini attivandosi per rimuovere le cause che hanno provocato il reclamo. qualora si dichiari incompetente, indica il corretto destinatario.

 

 

TRASPARENZA

 

L’ISISS  “Foscolo” di Teano e Sparanise considera la trasparenza una condizione fondamentale per garantire la partecipazione democratica e la corretta gestione del servizio pubblico.

A tale proposito individua i seguenti strumenti:

a) sito internet e bacheca d’istituto rivolta ai genitori e al personale della scuola con esposti:

   - l’organigramma della scuola

   - ll Consiglio d’ Istituto, la Giunta esecutiva,

   - Il Comitato di Garanzia, Il comitato di valutazione dei docenti e d’Istituto

   - commissioni di lavoro dei docenti e commissioni progetti

   - l‘orario dei docenti

  - Le graduatorie per l’assunzione del personale docente

   - Le scadenze fondamentali dell’anno scolastico

b) i verbali del Consiglio di Istituto e del Collegio docenti, consultabili a richiesta in Presidenza.

c) le programmazioni per materie, del Consiglio di Classe, i piani di lavoro individuali e  i progetti  sono consultabili, a richiesta, in Presidenza.

d) I compiti in classe e le Prove oggettive, strutturate e semi strutturate sono consultabili, a richiesta, in Sala insegnanti, previa richiesta all’insegnante interessato. 

e) La possibilità, ai sensi della legge 241/90, previa domanda motivata, di ottenimento di copie delle parti relative alla situazione dello studente interessato nei registri degli insegnanti, nel registro di classe e nel verbale di seduta di scrutinio. Non è invece  consentita la comunicazione degli stessi dati a studenti diversi da quello direttamente interessato.

 

PRIVACY

 

Le scuole non devono richiedere il consenso dell’interessato per effettuare il trattamento , a condizione che il trattamento riguardi lo svolgimento di funzioni istituzionali. Per quanto attiene alla pubblicazione degli esiti scolastici, l’art.96 del D.lgs 196/03, al comma 2 ritiene legittima la pubblicazione degli esiti scolastici (anche se negativi) degli scrutini e degli esami, votazioni incluse, senza violazione delle norme sulla privacy. D’altro canto rendere noti nominativamente gli esiti scolastici mediante affissione all’albo dell’Istituto, risponde ad esigenze di trasparenza e di controllo sull’attività delle scuole. Sulla pubblicazione degli esiti negativi esiste pure il comportamento prudenziale, adottato per disposizione dell’O.M.21.5.2001 n. 90, art. 16, di definire apposite modalità di comunicazione preventiva alle famiglie dell’esito negativo di scrutini ed esami, evitando poi, al momento della pubblicazione, l’indicazione esplicita dei voti e sostituendola con il riferimento sintetico al risultato negativo riportato dall’alunno (.p.es. non ammesso alla classe successiva)..

Costituisce violazione della privacy, poiché rientrano nella categoria dei dati sensibili:

-  il dato circa la volontà dell’alunno di avvalersi o meno dell’insegnamento della religione cattolica che pertanto non verrà pubblicato all’albo.

- Qualsiasi dato che permetta la identificazione, mediante pubblicazione all’albo, di alunni portatori di handicap.

-   Il dato relativo al fatto che l’alunno portatore di handicap ha seguito un piano Educativo Individualizzato va riportato, quindi, esclusivamente sulla documentazione interna alla scuola (registro dei voti)  o sui  certificati che vengono rilasciati all’interessato al termine del percorso di studi.

 

L’informativa sulla Privacy , (ex art. 13 D. Lgs n.196/2003)

per il trattamento dei dati personali degli alunni e delle famiglie

 

Gentile Signore/a,

secondo le disposizioni del D. Lgs 30 giugno 2003, n.196, il trattamento dei dati personali che La riguardano sarà improntato ai principi di correttezza, liceità , trasparenza e tutela della sua  riservatezza e dei suoi diritti.

Ai sensi dell’articolo 13 del Codice, Le forniamo , quindi, le seguenti informazioni: i dati personali da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per le finalità istituzionali della scuola, che sono quelle relative all’istruzione e dalla formazione degli alunni e quelle amministrative ad esse strumentali, così come definite dalla normativa vigente; i dati personali definiti come “dati sensibili” o come “dati giudiziari” dal suddetto codice, che li ci fornisce  ci dovesse fornire, saranno trattati dalla scuola secondo quanto previsto dalle disposizioni di legge e di regolamento citate al precedente punto 1 ed in considerazione delle finalità di rilevante interesse pubblico che la scuola persegue. Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio in quanto previsto dalla normativa citata al precedente punto 1: l’eventuale rifiuto a fornire tali dati potrebbe comportare il mancato perfezionamento dell’iscrizione e l’impossibilità di fornire all’alunno tutti  servizi necessari per garantire il suo diritto all’istruzione e alla formazione; il trattamento sarà effettuato sia con modalità manuali che mediante l’uso di procedure informatiche; i dati sensibili e giudiziari non saranno oggetto di diffusione, tuttavia alcuni di essi potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici nella misura strettamente indispensabile per svolgere attività istituzionali previste dalle vigenti disposizioni in materia sanitaria o giudiziaria; i dati personali diversi da quelli sensibili e giudiziari potranno essere comunicati esclusivamente a soggetti pubblici secondo quanto previsto dalle disposizioni di legge e di regolamento di cui al precedente punto 1: i dati relativi agli esiti scolastici degli alunni potranno essere pubblicati mediante affissione all’albo della scuola secondo le vigenti disposizioni in materia;

 il titolare del trattamento è l’Istituto Secondario Superiore di secondo grado “Ugo Foscolo” di Teano (CE).

il responsabile del trattamento è il Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi;

al titolare del trattamento o al responsabile Lei potrà rivolgersi senza particolari formalità, per far valere i suoi diritti, così come previsto dall’art 7 del Codice.

 

                                                                                                        Il Dirigente Scolastico

 

   TEANO  lì______________                                                   Firma__________________

 

 

Dichiaro di aver ricevuto l’informativa di cui all’ art. 13 D. Lgs n.196/2003

 

Luogo ___________________                 Data______________

Cognome______________________       Nome__________________

 

 Il/La  sottoscritto/a , acquisite ,e informazioni fornite dal titolare del trattamento ai sensi dell’art. 13 del D. lgs. N. 196/2003, e consapevole, in particolare, che il trattamento riguarderà i dati “sensibili” di cui all’art. 4 comma 1 lett. D, nonché l’art. 26 del D. Lgs. 196/2003 vale a dire i dati :”idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni ed organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei rivelare lo stato di salute e la vita sessuale”: presta il suo consenso per il trattamento dei dati necessari allo svolgimento delle operazioni indicate nell’informativa.

 

Firma leggibile________________________

 

Vai all'inizio della pagina