Studenti

  • Targa Festival della VitaL'ISISS “Ugo Foscolo” di Teano e Sparanise è stato premiato, sabato 6 febbraio scorso, alla VI edizione del Festival della Vita: l'unico istituto in provincia di Caserta a meritare il trofeo.  “All'Istituto “Ugo Foscolo” di Teano e Sparanise – è scritto sulla targa in argento-, diretto dal preside  prof. Paolo Mesolella, per aver dato testimonianza del costante e quotidiano impegno a tutela della vita, sull'esempio di Madre Teresa di Calcutta, modello ispiratrice di ogni bene e di attenzioni verso il prossimo”. Firmato: il Direttore del Festival, dott. Raffaele Mazzarella ed il Presidente del Centro Culturale San Paolo, don Ampelio Crema. Una bella soddisfazione per il preside e per la scuola che ha cercato di seguire il tema del festival (“Vivere è amare”) promosso dalla Società San Paolo con l'adesione delle diocesi di Aversa, Sessa Aurunca, Amalfi – Cava de' Tirreni e Sulmona. Il festival, inaugurato il 23 gennaio scorso, ha visto la realizzazione di numerosi eventi. 
  • Vincitori Travel GameE’ stato un vero e proprio trionfo. I ragazzi del ISISS Foscolo di Teano e Sparanise durante i campionati “Travel Game” disputati sulla nave  Grimaldi Cruise  in rotta verso Barcellona  e verso  la Catalunya,  hanno vinto praticamente tutto classificandosi a primi sei posti della classifica finale con 45 scuole partecipanti e quasi 1500 alunni. I ragazzi delle classi quarte, infatti, nei vari giochi di squadra,  hanno dimostrato di essere veramente bravi, meritando il plauso degli organizzatori e degli altri istituti in gara. Grande exploit soprattutto dei ragazzi dell’indirizzo Geametra (Costruzioni Ambiente e Territorio che alle selezioni Travel Game hanno dato prova di grande bravura. Due squadre  della classe quinta geometra, in particolare, si sono classificate alla prima e alla seconda posizione nella classifica finale del premio. Ben otto squadre del Foscolo nelle prime nove posizioni. Un successo straordinario, in questi anni del concorso Travel Game, dove concorrono quaranta squadre alla volta. “Le altre scuole – spiega l’ingegner Giancarlo  Conte che accompagna gli studenti, insieme ai proff. Biagio Porfidia, Elena Belluomo e Antonio Pepe, sono rimaste veramente senza parole. E’ stato un trionfo ed un tripudio generale.  In buona posizione anche le classi dell’indirizzo Turismo e della Ragioneria di Sparanise. 
  • Oggetto: Formazione sicurezza ai sensi del D.Lgs n. o 81/2008 e n. o 106/2009 s.m.i.

  • D.G.R.C. n. 423/2016 - Interventi rivolti agli studenti con disabilità che frequentano istituti scolastici secondari di secondo grado
  • Venerdì 22 Aprile 2016 ore 10,30 - Aula Magna I.S. Foscolo di Teano

    locandina

  •    AL VIA LA “LECTURA DANTIS” CON L'ORDINAMENTO MORALE

    DANTESi apre oggi, presso la sala conferenze dell'ISISS “Foscolo” di Teano, il primo ciclo di incontri di “lectura Dantis” dedicato alla lettura dei più bei canti danteschi con l'introduzione ed il commento al canto 17° del Purgatorio, sulll'ordinamento morale della seconda cantica dantesca. Il ciclo di incontri, fortemente voluto dal preside Paolo Mesolella che terrà la prolusione prevede fino a fine febbraio 13 incontri sull'inferno, il Purgatorio ed il Paradiso di Dante che saranno tenuti anche a Sparanise, presso l'aula Frassati, in Piazza Giovanni XXIII.

  • Libri di testo a.s.2016-17
    Codice Min. Nome Istituto Città Grado             
    CEPC00401T LICEO CLASSICO TEANO SEC. DI II GRADO MAPPA DELLE CLASSI
    CEPS004011 LICEO SCIENTIFICO TEANO SEC. DI II GRADO MAPPA DELLE CLASSI
    CETD00401R I.T.C.G. "UGO FOSCOLO" TEANO SEC. DI II GRADO MAPPA DELLE CLASSI
    CEPS004022 GALILEI G. SPARANISE SEC. DI II GRADO MAPPA DELLE CLASSI
    CETD00403V UGO FOSCOLO SPARANISE SEC. DI II GRADO MAPPA DELLE CLASSI

     

  •  

    L'ISISS "Ugo Foscolo"  organizza il Concerto di Natale.


  •  

     

    Foto dello storico incontro

     

    Pubblichiamo questo interessante scritto degli alunni del Foscolo di Teano, e letto in città in occasione delle manifestazione in ricordo dello storico incontro tra Garibaldi e Vittorio Emanuele avvenuto 155 anni fa. Il ricordo di quella data continua ad essere un motivo di orgoglio tra i giovani di Teano, fieri di vivere in una città ricca di storia e culla della nuova Italia. 

    Lo storico incontro tra Garibaldi ed il re Vittorio Emanuele avvenne a Teano, e più precisamente “presso il ponticello di San Cataldo, a circa 200 metri dalla chiesa di Borgonuovo”. Questo è scritto nel volume “L’Assedio di Gaeta e gli avvenimenti militari del 1860-61 nell’Italia Meridionale”, pubblicato nel 1926 dallo Stato Maggiore dell’Esercito italiano, e questo ha ribadito la Commissione Comunale nella sua precisa ed interessante relazione sull’Incontro di Teano. Le conclusioni cui il gruppo di lavoro è giunto sono che, l’unico documento ufficiale che fa cenno, in un inciso di due rughe, alla Taverna della Catena, quale località in cui si sarebbe verificato l’incontro è il “Diario del Comando in capo”. L’esame testuale prodotto sul documento, però, porta a concludere che non è un documento originale redatto nell’imminenza dei fatti, bensì una trascrizione realizzata molto tempo dopo in bella copia da un’unica mano. Inoltre uno studio pubblicato nel 1909 dal capitano Del Bono sull’incontro propende per la tesi della Taverna Catena, proprio sulla base delle due righe miracolosamente comparse nel “Diario del comando in Capo”. Del Bono, tra l’altro, nel suo scritto non tenne conto della vasta documentazione che a suo tempo esisteva a favore di Borgonuovo. Ancora: lo Stato Maggiore dell’esercito e i Ministeri della Guerra e della Difesa hanno più volte preso posizione a favore della tesi di Borgonuovo di Teano, con il volume l’Assedio di Gaeta, nel famoso promemoria sull’incontro di Teano redatto nel 1926 dal Colonnello Cesare Cesari. Infine il dato topografico: nei documenti ufficiali si fa riferimento a un Monte Croce o Santa Croce. A proposito è stato possibile accertare grazie alla cartografia disponibile in quel periodo che la dizione “Monte Santa Croce” è da intendersi riferita alle alture che si elevano a nord-est di Teano e degradano dal Vulcano di Roccamonfina verso Borgonuovo di Teano. “Ogni altra ipotesi che tenda ad individuare il Monte Croce nella collinetta che si eleva tra Marzanello e Teano, – si legge nella relazione – appare del tutto arbitraria, se non ridicola”.
    Premesso che è molto importante per l’intera nazione festeggiare quest’anno i 155 anni dell’Unità d’Italia, è difficile far finta che gli anni non siano passati e che sul viso della nostra amata ITALIA le rughe del tempo non abbiano lasciato alcun segno. Credere che la bandiera sia una sola, come lo è stata nei cuori di quanti per lei hanno pianto sul Don, sull’Isonzo o a Mignano Monte Lungo, nella sabbia di Tobruk, nel mare di Anzio e sul Monte Camino, non era certo per dividere i colori (in bianco e verde) che hanno dato vita insieme veneti e siciliani abruzzesi e toscani. O per dargli istituzioni in cui si irrida o si insulti mentre uomini di legge come Borsellino e Falcone, hanno servito fino alla morte. Né era per costruire una società in cui i talenti fuggono, dove i briganti ed i terroni del Sud hanno riempito di speranza le loro valigie per solcare l’oceano per dimostrare che siamo un POPOLO di EMIGRANTI dall’Italia all’estero, dal Sud al Nord leghista. Un popolo capace di ricostruire il futuro dalle macerie di terremoti e alluvioni, e stupire il mondo intero con la sua genialità, dalla cucina alla moda, dalla pizza alla Ferrari. Che conosce la dignità del lavoro, di qualsiasi lavoro, e dell’ALTRUISMO. CHE QUESTO ANNIVERSARIO SIA DAVVERO DI TUTTI. Nessun revisionismo può farci dimenticare che il Risorgimento fu il processo storico attraverso cui, in Italia, venne superato il sistema politico-sociale del feudalesimo con tutto il suo corredo di oppressione morale e materiale delle popolazioni e che il nuovo Stato unitario – che ne fu il maggiore risultato- con tutti i compromessi che furono necessari per realizzarlo, con tutte le insufficienze che hanno condizionato pesantemente, fino ai nostri giorni, la vita della nazione, ha trasformato gli italiani da sudditi in liberi cittadini, uguali di fronte alla legge. Certo l’uguaglianza civile fu solo la prima importante tappa di un cammino che è ancora in gran parte da compiere e che ha ancora, come meta da raggiungere, l’uguaglianza economico-sociale, quella ‘libertà giusta’, cioè, che era nelle aspirazioni di Mazzini e dei democratici realizzare. Ma, intanto, è bene marcare il discrimine tra Risorgimento e l’Antirisorgimento perenne, che oggi riacquista vigore attraverso il blocco delle forze tradizionali della conservazione mentale e sociale.
    L’incontro mantiene in ogni caso un valore simbolico importantissimo e segna di fatto il passaggio di sovranità sui territori appena conquistati dalla spedizione dei Mille.

    Che l’Italia impari ad essere una sola nazione, non un conteggio di voti per sopravvivere politicamente, gli uni a danno degli altri, ma un plebiscito quotidiano frutto della volontà di stare insieme e di essere orgogliosi di essere italiani e meridionali. Ringraziamo Mazzini, Gramsci, De Gasperi, Calamandrei, Pertini, Padre Semeria e tutti gli altri ma i 154 anni dell’Unità d’Italia devono ricordare a tutti che LA LIBERTA’ E’ UN DONO CHE VIENE DAL PASSATO E CHE DEVE VIVERE ANCHE NEL FUTURO. Quest’anno ci deve portare la consapevolezza che quello che abbiamo è ciò che ci hanno dato gli altri, da Montessori a don Lorenzo Milani, dalla Montalcini a don Giovanni Minozzi, da don Sturzo ad Agnelli, da Giovanni Paolo II a Gorbaciov a Giuseppe De Nicola.
    Quello che i nostri figli avranno è ciò che daremo noi per gli altri.
    AUGURI ITALIA, ma soprattutto auguri a tutti noi: sindaco, assessore, docenti, genitori, studenti,
    affinché possiamo dare, nel nostro piccolo, qualcosa all’Italia che verrà.

  • Olimpiadi Italiane di Informatica
    Il Foscolo conquista le finali regionali dell'Olimpiadi Italiane di Informatica. Grazie infatti alle alunne Croce Giulia della classe 4^ B Scienze Applicate di Teano e all' alunna Mercone Maria della classe 3^A Sistemi Informativi (SIA) di Sparanise  si è classificato per le finali regionali. Il 16 novembre scorso, si sono svolte le selezioni scolastiche per le Olimpiadi Italiane di Informatica in 595 scuole italiane. 
     
  • Ostensione delle riproduzione della SACRA SINDONE

  • Nell'ambito delle commemorazioni nazionali ed europee per il Centenario della Prima Guerra Mondiale - presso la Reggia di Caserta, fino al 31 gennaio 2016, è aperta al pubblico la Mostra “Erano giovani e forti. Caserta e i suoi figli nella Grande Guerra”.  Gli studenti del nostro Istituto sono impegnati nel Progetto, come guide in lingua straniera, nelle date indicate nel calendario che si allega per quanti vogliano prevedere una visita alla Mostra :

    Calendario ISISS Foscolo Teano

  • PATTO EDUCATIVO DI  CORRESPONSABILITÀ

     

    Visti i D.P.R. N. 249 del 24/6/1998 e D.P.R. n. 235 art. 5 bis del 21/11/2007 “regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti dell’ISISS “Ugo Foscolo” di Teano (CE)

     

    Si stipula con la famiglia ……………………………………………… della classe…………………. il seguente PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’ finalizzato a definire in maniera puntuale e condivisa diritti e doveri nel rapporto tra istituzione scolastica autonoma, famiglie e studenti.

    Il rispetto di tale Patto costituisce la condizione indispensabile per costruire un rapporto di fiducia reciproca, per potenziare le finalità dell’Offerta Formativa e per guidare gli studenti al successo scolastico.

     

    LA SCUOLA SI IMPEGNA A:

    • Offrire un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona, garantendo un servizio didattico di qualità in un ambiente educativo sereno, favorendo il processo di formazione di ciascun docente, nel rispetto dei suoi ritmi e tempi di apprendimento;
    • Offrire iniziative concrete per il recupero di situazioni di ritardo e di svantaggio, al fine di favorire il successo formativo ed abbattere la dispersione scolastica oltre a promuovere il merito e di incentivare le situazioni di eccellenza;
    • Favorire la piena integrazione degli studenti diversamente abili e degli studenti stranieri;
    • Stimolare riflessioni e attivare percorsi volti al benessere e alla tutela della salute degli studenti;
    • Garantire la massima trasparenza nelle valutazioni e nelle comunicazioni mantenendo un costante
    •  Fornire una formazione culturale e professionale qualificata, aperta alla pluralità delle idee, nel rispetto dell’identità di ciascun studente;
    • rapporto con le famiglie nel rispetto della privacy;
    • Comunicare alle famiglie l’andamento didattico e disciplinare (valutazioni, assenze, ritardi) allo scopo di ricercare ogni possibile sinergia.

     

     

    I DOCENTI  SI IMPEGNANO A

    •  Rispettare, nella dinamica insegnamento/apprendimento, le modalità, i tempi e i ritmi propri di ciascuna persona intesa nella sua irripetibilità, singolarità e unicità;
    •  Svolgere le attività di verifica e valutazione in modo congruo rispetto ai programmi e ai ritmi di apprendimento, esplicitandone criteri e modalità e motivandone gli esiti;
    •   Essere tempestivi e puntuali nella consegna delle prove corrette (massimo 15 giorni e comunque prima della prova successiva);
    •   Rispettare la vita culturale e religiosa degli studenti all’interno di un ambiente educativo di apprendimento sereno e partecipativo;
    •   Sostenere un rapporto di relazione aperto al dialogo e alla collaborazione;
    •   Promuovere la formazione di una maturità orientativa in grado di porre lo studente nelle condizioni di operare scelte autonome e responsabili;
    •  Favorire un rapporto costruttivo tra scuola e famiglia attraverso un atteggiamento di dialogo e di collaborazione educativa finalizzata a favorire il pieno sviluppo del soggetto educando.

           

    LA FAMIGLIA  SI IMPEGNA A:

    • Valorizzare l’istituzione scolastica instaurando un positivo clima di dialogo, nel rispetto delle scelte educative e didattiche condivise, oltre ad un atteggiamento di reciproca collaborazione con i docenti;
    • Tenersi costantemente informati sull’andamento didattico e disciplinare dei propri figli nei giorni e nelle ore di ricevimento dei docenti;
    • Intervenire tempestivamente e collaborare con l’ufficio di Presidenza e con il Consiglio di classe nel caso di scarso profitto;
    • Risarcire la scuola per i danneggiamenti arrecati dall’uso improprio dei servizi, per i danni agli arredi e alle attrezzature e per ogni altro danneggiamento provocato da cattivo comportamento e in concorso con altri risarcire il danno quando l’autore del fatto non dovesse essere identificato;
    • Informare la scuola su eventuali problematiche che possono avere ripercussioni sull’andamento scolastico dello studente;
    • Sostenere e controllare i propri figli nel rispetto degli impegni scolastici;
    • Vigilare sulla puntualità di ingresso a scuola e sull’assidua frequenza dello studente;
    • Discutere, presentare e condividere con i propri figli il patto educativo sottoscritto con l’istituzione scolastica.

     

    LO STUDENTE  SI IMPEGNA A:

    - Rispettare il Regolamento d’Istituto;

    - Essere puntuale alle lezioni e frequentarle con regolarità;

    - Rispettare le persone, le cose, gli ambienti e le attrezzature;

    - Usare un linguaggio adeguato ad un ambiente educativo nei confronti dei docenti, dei compagni e di tutto il personale della scuola;

    - Usare un abbigliamento che rispetti i canoni della sobrietà e della decenza;

    - Studiare e partecipare in modo costruttivo alle attività scolastiche, nel rispetto degli altri;

    - Svolgere con regolarità i compiti assegnati e sottoporsi regolarmente alle verifiche previste dai docenti;

    - Osservare scrupolosamente le disposizioni e le istruzioni impartite ai fini della sicurezza collettiva ed individuale.

    Dato che il compito della scuola è educare e non punire, ogni provvedimento disciplinare sarà assunto dal Consiglio di classe considerando eventuali strategie di recupero.

     

    I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI POTRANNO ESSERE:

    - Richiamo verbale;

    - Richiamo scritto sul registro di classe;

    - Attività di natura sociale, culturale e in generale a vantaggio della comunità scolastica;

    - Riparazione o risarcimento di eventuali danni da parte della classe qualora non vengano individuati i responsabili;

    - Sospensione fino a 15 giorni dalle lezioni e/o dalle attività extrascolastiche;

    - Sospensione superiore a 15 giorni  o fino al termine dell’anno scolastico con conseguente esclusione dallo scrutinio finale in caso di recidiva o di atti di violenza particolarmente gravi.

     

                                             Il Dirigente Scolastico                                          Il Docente tutor                                                                           I Genitori

                                               ………….......................                                ………….........................                                                          ….....................................

  • Premiazione premio Don Peppe DianaA Castel Volturno, il 20 maggio scorso, al premio artistico letterario Don Peppe Diana, su tremila studenti coinvolti Preziosa Ventriglia della classe 4^ A del Liceo Classico di Teano, ha conquistato il secondo posto. Una grande soddisfazione per l'alunna, per la sua insegnante di Italiano e Latino, Nunzia Piccirillo e per la scuola. Il premio è stato consegnato presso la sede del Corpo Forestale dedicato alla memoria di don Peppe Diana a Castel Volturno. 

  • I Piani di lavoro dei docenti e i programmi svolti nell' a.s. 2015-2016 suddivisi per sede ed indirizzo:

    TEANO
    SPARANISE

     

  • I Piani di lavoro dei docenti e i programmi svolti nell' a.s. 2017-2018 suddivisi per sede ed indirizzo:

    TEANO
    SPARANISE

     

Vai all'inizio della pagina