La  nostra scuola avverte forte la responsabilità di trasmettere comportamenti corretti, valori e buoni modelli di riferimento, affinché i giovani ad essa affidati possano compiere scelte diverse, ma coerenti e opportune. Di qui un serio impegno professionale e modelli di apprendimento basati sullo sviluppo della creatività, delle attitudini e delle competenze individuali.

 La nostra scuola è aperta al nuovo, al progetto, al cambiamento, alle esperienze diverse, al confronto, perché consapevole che se essa abdica alla sua funzione educativa, altri soggetti ne prenderanno inevitabilmente il posto operando condizionamenti pericolosi.

 La nostra scuola si pone come obiettivo prioritario il successo scolastico di ogni alunno, creando un ambiente positivo mediante strategie didattiche che tendano al miglioramento e a rafforzare il legame tra lo studente, i compagni, i docenti e la famiglia. Una scuola nella quale i rapporti di ognuno siano basati sulla trasparenza, sulla legalità e sul rispetto reciproco, di uomini e cose.

Sempre e a qualunque costo.

Accettando ogni suggerimento ed ogni tipo di collaborazione,la “nostra” scuola avrà un senso solo se sarà dalla parte dell'alunno, se ognuno di noi si assumerà fino in fondo la responsabilità del suo successo scolastico: degli alunni bravi e di quelli meno bravi, soprattutto di questi, perché, ci ricorda don Milani, “non c'è nulla di più ingiusto quanto fare parti uguali tra diseguali”.

E i nostri alunni, grazie a Dio, non sono tutti uguali.

La politica gestionale del Dirigente Scolastico di questa scuola, quindi, sarà orientata alla partecipazione ed alla condivisione, cercando costantemente di valorizzare sia le competenze professionali che le abilità relazionali di tutto il personale, assumendo come punto di riferimento l’intelligenza emotiva, la creatività, la buona volontà, la discrezione. Non fatemi mancare il vostro aiuto e i buoni consigli.

Vai all'inizio della pagina